Informativa
Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Lascia un messaggio


Ciao, non siamo disponibili al momento, lascia la tua mail per essere ricontattato al più presto

Lascia un messaggio

BOCCOLE ISB

BOCCOLE ISB 


Ricerca Avanzata

Sotto-categorie


  • BOCCOLE AUTOLUBRIFICANTI ISB

    Caratteristiche boccole autolubrificanti 

    1. PTFE0,01 ~ 0,03 mm.
    2. Bronzo poroso 0,25 ~ 0,30 mm.
        Porous bronze

    3. Armatura d’acciaio 0,70 ~ 2,20 mm.
        Steel backing
    4. Stagnatura 0,003 mm.
        Tin plating
    5. Ramatura 0,008 mm.
         Electro-plating copper

    Struttura SF-1B

    Le boccole autolubrifi canti SF-1B, presentano una struttura base formata da un materiale composto da tre strati accoppiati:

    • armatura in acciaio dello spessore di 0,70 ~ 2,20 mm. protetto esternamente da ramatura o stagnatura dello spessore di 0,003 - 0,008     mm.

    • strato intermedio di bronzo poroso sinterizzato dello spessore di 0,25 ~ 0,30 mm.

    • strato superfi ciale calandrato sul bronzo, costituito da politetrafluoruro di etilene (PTFE) dello spessore di 0,01 ~ 0,03 mm. che           permette di ottenere lunga durata e bassi coefficienti di attrito anche in assenza totale di lubrificante.

    Caratteristiche e funzionalità

    Le boccole SF-1B presentano molteplici caratteristiche che si possono così riassumere:
    • esenti da lubrificazione
    • elevata capacità di carico grazie alla distribuzione del carico su ampie superfici elasto-plastiche
    • elevata scorrevolezza e basso coefficiente d’attrito sia statico    sia dinamico (nessun effetto stick-slip)
    • temperatura d’esercizio da -195 °C a +280 °C
    • vibrazioni, rumore ed inquinamento ridottissimi. Possibilità di utilizzare metalli di accoppiamento a bassa durezza facilitandone la     lavorazione e riducendone i costi
    • materiale leggero, compatto e con minimi ingombri
    • facilità di montaggio
    • non assorbono olio ed acqua, presentano una bassa espansione ed un’alta conducibilità nonché una buona stabilità termica
    • elevata resistenza chimica: possono essere ricoperti o placcati con materiali resistenti a liquidi, gas o solidi chimicamente
       aggressivi attraverso uno strato galvanico supplementare.

  • BOCCOLE AUTOLUBRIFICANTI FLANGIATE ISB

    Caratteristiche boccole autolubrificanti 

    1. PTFE0,01 ~ 0,03 mm.
    2. Bronzo poroso 0,25 ~ 0,30 mm.
        Porous bronze

    3. Armatura d’acciaio 0,70 ~ 2,20 mm.
        Steel backing
    4. Stagnatura 0,003 mm.
        Tin plating
    5. Ramatura 0,008 mm.
         Electro-plating copper

    Struttura SF-1B

    Le boccole autolubrifi canti SF-1B, presentano una struttura base formata da un materiale composto da tre strati accoppiati:

    • armatura in acciaio dello spessore di 0,70 ~ 2,20 mm. protetto esternamente da ramatura o stagnatura dello spessore di 0,003 - 0,008     mm.

    • strato intermedio di bronzo poroso sinterizzato dello spessore di 0,25 ~ 0,30 mm.

    • strato superfi ciale calandrato sul bronzo, costituito da politetrafluoruro di etilene (PTFE) dello spessore di 0,01 ~ 0,03 mm. che           permette di ottenere lunga durata e bassi coefficienti di attrito anche in assenza totale di lubrificante.

    Caratteristiche e funzionalità

    Le boccole SF-1B presentano molteplici caratteristiche che si possono così riassumere:
    • esenti da lubrificazione
    • elevata capacità di carico grazie alla distribuzione del carico su ampie superfici elasto-plastiche
    • elevata scorrevolezza e basso coefficiente d’attrito sia statico    sia dinamico (nessun effetto stick-slip)
    • temperatura d’esercizio da -195 °C a +280 °C
    • vibrazioni, rumore ed inquinamento ridottissimi. Possibilità di utilizzare metalli di accoppiamento a bassa durezza facilitandone la     lavorazione e riducendone i costi
    • materiale leggero, compatto e con minimi ingombri
    • facilità di montaggio
    • non assorbono olio ed acqua, presentano una bassa espansione ed un’alta conducibilità nonché una buona stabilità termica
    • elevata resistenza chimica: possono essere ricoperti o placcati con materiali resistenti a liquidi, gas o solidi chimicamente
       aggressivi attraverso uno strato galvanico supplementare.

  • BOCCOLE ALVEOLATE ISB

    Caratteristiche boccole alveolate

    1. Resina poliacetalica 0,30 ~ 0,50 mm.
        Modified polyacetal 0,30 ~ 0,50 mm.
    2. Bronzo poroso 0,20 ~ 0,30 mm.
        Porous bronze 0,20 ~ 0,30 mm.
    3. Armatura d’acciaio 0,40 ~ 2,20 mm.
        Steel backing 0,40 ~ 2,20 mm.
    4. Ramatura 0,008 mm.
        Electro-plating Copper 0,008 mm.

    Struttura SF-2

    La struttura base delle boccole SF-2 è formata da un materiale composto da tre strati:
    • armatura in acciaio dello spessore di 0,4 - 2,2 mm. esternamente    protetto da ramatura dello spessore di 0,008 mm.
    • strato intermedio in bronzo poroso sinterizzato dello    spessore di 0,2 - 0,3 mm. impregnato d’olio.
    • strato superfi ciale di resina poliacetalica dello spessore di 0,3 - 0,5 mm. avente superficie alveolata, calandrata sul bronzo.

    Sullo strato in acciaio viene sinterizzato lo strato poroso in bronzo, avente quale funzione il collegamento e la dispersione
    termica dello strato di strisciamento in resina poliacetalica che presenta degli alveoli per raccogliere e rilasciare gradualmente
    il lubrifi cante, in modo tale da ridurre l’attrito e proteggere la superficie di scorrimento della boccola.


    Per facilitare la rilubrificazione le boccole SF-2 sono fornite di apposito foro esterno. È consigliabile l’utilizzo di un grasso al sapone
    di litio, l’MoS2 ed i grassi a base di grafi te, non sono idonei. Le boccole SF-2 vengono impiegate in molteplici settori, tra i
    quali troviamo: industria mineraria e metallurgica, presse per lo stampaggio, macchine idroelettriche e per la laminazione a freddo
    dell’acciaio; generalmente applicazioni con lubrificazioni periodiche.
    L’utilizzo di questo tipo di boccole, è in forte crescita, proprio perché grazie alle principali caratteristiche, di seguito elencate, favorisce l’eliminazione di diversi problemi:


    • scarsa manutenzione, dovuta ai larghi intervalli di
    rilubrifi cazione
    • una buona adattabilità ai movimenti oscillanti e rotativi
    • usura limitata (se applicate ed utilizzate correttamente)
    • idrorepellenti
    • ridotta sensibilità al carico sugli spigoli
    • buona dispersione del calore.

  • BOCCOLA RIVESTITA IN BRONZO ISB
  • BOCCOLA F RIVESTITA IN BRONZO ISB
  • BOCCOLA RIVESTITA IN BRONZO CON FORI PASSANTI SFERICI ISB
  • BOCCOLA F RIVESTITA IN BRONZO CON FORI PASSANTI SFERICI ISB

Le boccole ISB presentano molteplici caratteristiche che si

possono così riassumere:

 

  • elevata capacità di carico grazie alla distribuzione del carico su ampie superfici elasto-plastiche
  • elevata scorrevolezza e basso coefficiente d’attrito sia statico sia dinamico (nessun effetto stick-slip)
  • temperatura d’esercizio da -195 °C a +280 °C
  • vibrazioni, rumore ed inquinamento ridottissimi. Possibilità di utilizzare metalli di accoppiamento a bassa durezza facilitandone la lavorazione e riducendone i costi
  • materiale leggero, compatto e con minimi ingombri
  • facilità di montaggio
  • non assorbono olio ed acqua, presentano una bassa espansione ed un’alta conducibilità nonché una buona stabilità termica
  • elevata resistenza chimica: possono essere ricoperti o placcati con materiali resistenti a liquidi, gas o solidi chimicamente aggressivi attraverso uno strato galvanico supplementare.